i bastoni da passeggio

La collezione dei bastoni da passeggio del vino è unica al mondo. Spieghiamoci meglio. 

Il bastone è sempre stato un attrezzo usato dall’uomo, dalla preistoria ad oggi.

Un ramo d’albero, una clava servivano per difendersi dagli animali o dai propri simili. Servivano per appoggiarsi durante il cammino, specialmente in età avanzata.

Poi il bastone divenne simbolo di comando. Re, Imperatori, Papi, come simbolo di comando avevano il bastone riccamente inciso e decorato.

Arrivando d’un salto alla metà del 1800, il bastone divenne anche un oggetto di moda che veniva portato per dare maggior risalto a una persona.

L’arte e l’inventiva si svilupparono in modo fantastico.

A parte la decorazione dell’impugnatura la canna era un contenitore per tutti i gusti e per tutte le professioni. Così troviamo, sempre all’interno della canna: penna, pennino, calamaio, necessaire per medici, chirurghi, notai, dentisti, barbieri, ricamatrici, profumi,necessaire per pic-nic, gioielli, ventagli, cannocchiali da teatro, e l’elenco può continuare all’infinito. Nel caso nostro, ossia dei bastoni da vino, la fantasia umana si è sbizzarrita all’infinito.

In quarantanni di ricerca abbiamo collezionato oltre 180 bastoni enoici che così possiamo descrivere. Le canne sono normalmente dei seguenti materiali: legno di Malacca, ebano, bois d’amour , legno di frutto, palissandro, legno di pernice, ginepro, nocciolo,bambù, bois de rose, tartaruga, e tanti altri.

Le impugnature sono: oro, argento, bronzo, legno duro, avorio, corno di rinoceronte, corni di animali, ossa di balena, noccioli di Cayenna, tartaruga e via elencando.

Quasi tutti sono incisi, intagliati artisticamente con grappoli d’uva, simboli bacchici, teste di animali. Lo stesso dicasi per le canne. Quello però che li identifica come oggetti del vino sono i contenuti. Svitando l’impugnatura si trova un oggetto utilissimo, il cavatappi, oppure una bottiglietta sottile e lunga, con relativi bicchierini, dove veniva contenuto il Cognac o il Whisky, oppure ancora il necessaire per pic-nic, il mostimetro, il termometro per controllare la temperatura del vino.

Questi preziosi oggetti della moda son quasi tutti d’origine francese e inglese. Pochi italiani, austriaci o di altri paesi. Tutti sono collocati in bacheche, con visibili e bene in evidenza i contenuti. 

Vigneti Pittaro
iVisionMade
X
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale. Ulteriori informazioni.